Accedere al centro diurno per disabili (CDD), al centro socio educativo (CSE) e alla residenza sanitaria disabili (RSD)

Accedere al centro diurno per disabili (CDD), al centro socio educativo (CSE) e alla residenza sanitaria disabili (RSD)

Il centro diurno per disabili, il centro socio educativo e la residenza sanitaria disabili sono servizi socio-sanitari e spazi appositamente strutturati che accolgono persone disabili.

Il Comune orienta e accompagna la persona disabile e il suo nucleo familiare alla scelta e al successivo inserimento in una struttura a carattere diurno o residenziale in base alla tipologia del bisogno.

Approfondimenti

Centro diurno disabili (CDD)

Il centro diurno disabili (CDD) è un servizio diurno con lo scopo di ritardare il più possibile l'istituzionalizzazione della persona disabile che ha ancora un contesto familiare e che ha bisogno di un servizio ad alta integrazione socio sanitaria.

Centro socio educativo (CSE)

Il centro socio educativo (CSE) è un servizio diurno che, attraverso la presa in carico globale della persona e l’attivazione di percorsi individualizzati, mantiene e potenzia le abilità. Si occupa dei bisogni primari (alimentazione, cura fisica, ecc.) e secondari (istruzione, socializzazione, gioco, ecc.) dei propri utenti. Il servizio è rivolto a persone che si avviano verso l’età adulta: adolescenti (in età post-scuola dell’obbligo), adulti e anziani che si trovano in una situazione di disabilità fisica, intellettiva e/o relazionale.

Residenza sanitaria disabili (RSD)

La residenza sanitaria disabili (RSD) è dedicata a persone disabili prive di una famiglia e il cui grado di compromissione è talmente elevato da non consentire più la permanenza in un contesto familiare. Sono fornite prestazioni a elevato grado di integrazione sanitaria, di riabilitazione, di mantenimento e un supporto socio assistenziale.

Puoi trovare questa pagina in

Sezioni: Servizi sociali
Ultimo aggiornamento: 23/04/2021 14:05.07